Alimentazione

Perché l’uovo di struzzo è così rinomato

Summary

Sapevi che le uova di struzzo sono le più grandi in assoluto di qualsiasi altro uccello vivente? Ebbene sì, ad oggi non esistono uova più grandi, in passato c’erano alcuni esemplari come l’uccello Elefante e l’uccello Gigante Moa che deponevano […]

Sapevi che le uova di struzzo sono le più grandi in assoluto di qualsiasi altro uccello vivente?

Ebbene sì, ad oggi non esistono uova più grandi, in passato c’erano alcuni esemplari come l’uccello Elefante e l’uccello Gigante Moa che deponevano uova più grandi ma entrambi si sono estinti.

Lo struzzo nell’Antichità

Lo struzzo era già conosciuto nell’antichità e ha svolto diversi ruoli.

Le sue piume venivano utilizzate per creare cappelli, giacche, spolverini. Successivamente in Florida è diventato una grande attrazione popolare tant’è che hanno utilizzato questo enorme uccello per grandi manifestazioni sportive: non a caso che ancora oggi in alcuni paesi viene impiegato nella corsa, allo stesso modo del cavallo.

Dopo la Prima guerra mondiale l’interesse delle piume di struzzo comincia a vacillare e l’attenzione si sposta sulle carni.

La carne di struzzo comincia a diffondersi in America a partire dagli anni ‘70 e il suo successo comincia via, via a prendere piede in tutto il mondo.

Ma l’uovo di struzzo dove comprarlo al giorno d’oggi?

In Italia sono presenti diversi allevamenti di struzzo, ma occorre saper scegliere la giusta azienda dove l’allevamento avviene in maniera naturale per poter trarre il massimo beneficio delle uova e delle carne.

Uova di struzzo peculiarità

Un singolo uovo di struzzo arriva a pesare fino a 1500 gr, proprio così, e le sue dimensioni in altezza oscillano dai 15 ai 19 cm, mentre il diametro va dai 10 ai 16 cm.

Un solo uovo di struzzo equivale a ben 25 uova di gallina.

In altre parole, questo significa che basta un solo uovo di struzzo per poter realizzare una frittata per 10 o 12 persone.

Ma che sapore ha un uovo di struzzo? Scopriamolo immediatamente

Il suo sapore è molto delicato, si presta bene per qualsiasi ricetta, il risultato che si ottiene è più che soddisfacente anche perché basterà un solo uovo per realizzare diversi piatti: pasta fresca, frittate di ogni genere, dolci, insomma si potrà utilizzare per qualsiasi scopo.

Se preferite un uovo di struzzo sodo, dovete tener presente che i tempi di cottura sono molto più lunghi rispetto ad un uovo di gallina. Per cuocerlo occorrerà almeno 1 ora e mezza anche perché il guscio è molto resistente e il contenuto è piuttosto spesso.

Ma attenzione, per chi è amante del decoupage potrà utilizzare il guscio per realizzare ornamenti e decorazioni di ogni genere.

Naturalmente parliamo di un guscio integro. Per preservare dunque, la sua interezza basta utilizzare un piccolo chiodo e un martello. Fare un foro e con l’aiuto di uno stuzzichino miscelare il contenuto al suo interno e versarlo in una ciotola. Così facendo il guscio resterà ben intatto.

Altrimenti, basta mettere l’uovo in una ciotola, e con un martello colpirlo diverse volte.

Il liquido che fuoriesce dovrà essere pulito per cui, è bene prestare attenzione ai residui di guscio.

Sul mercato non mancano uova di struzzo vuote che servono a scopi ornamentali, si possono trovare al naturale, in alternativa trattate con delle resine o ancora, dipinte.